martedì 16 ottobre 2018

Notizia d'amore

Lei camminante, lui Ruotante.
La promessa di matrimonio che si guadagna un trafiletto su un quotidiano.
Provo sentimenti contrastanti.
La gioia di una coppia d'innamorati che viene (giustamente) gridata al Mondo intero.
Ma anche amarezza...
Perché l'amore misto (e concedetemi il termine, per favore) deve ancora fare notizia?
Il Mondo sarà migliore quando *tutti* gli Amori avranno un trafiletto su un quotidiano...
*NB* Ho usato i le parole ruotante e camminante perché descrive esattamente la situazione così com'è, senza esprimere giudizi di valore. Le due parole sono state prese da La Contea dei ruotanti, romanzo del compianto Franco Bomprezzi.

lunedì 15 ottobre 2018

Le sfumature del silenzio

Ho sempre pensato che i silenzi peggiori da vivere fossero quelli che io definivo Silenzi non comunicativi.
Recentemente ho capito che tutti i silenzi comunicano.
Allora diciamo che preferisco il silenzio che si apre comunque ad un possibile dialogo, piuttosto che quello che si chiude in un estenuante monologo.

Amore luminoso

L'amore è quella luce che ci indica la via per uscire da noi stessi e andare verso l'altro.

domenica 14 ottobre 2018

Illusioni

Iniziamo ad assaporare la felicità autentica quando smettiamo di coltivare illusioni.
Con la tua vita sto facendo proprio questo: mi racconto la tua felicità, il più possibile lontano da me ed accanto ad una donna che sia capace di regalarti il più grande Amore che un uomo speciale come te sicuramente merita.

Energia

Quando si incontrano persone piene di energia profonda, la sfida più grande credo sia quella di tentare di diffonderla...

Pensare positivo

Solo in questo ultimo periodo, condividendo il tempo con la mia fantastica collega, sto capendo veramente cosa significhi la frase La positività attira positività.

C'è chi dice no!

Credo che a volte dovremmo imparare dai bambini che, quando non vogliono fare qualcosa, dicono un semplicissimo ma molto efficace *no!* non preoccupandosi affatto del pensiero altrui.
Spesso invece finiamo per dire *sì* pensando che quello da adulti sia il miglior comportamento da tenere.